Fatturazione elettronica PA: regole da "ricalibrare"

L'operazione "fatturazione elettronica PA" va "ricalibrata". Questo il messaggio che Confimi impresa ha inviato il 5 agosto agli organi compententi.  Dal 6 giugno è partito il nuovo obbligo che, per il momento, vede coinvolte solo le forniture a favore di Ministeri, Agenzie ed Enti previdenziali. Dal 31 marzo 2015 l’obbligo sarà però esteso a tutte le PA, salva la possibilità per le singole Amministrazioni di decidere lo start anticipato. Attraverso l’obbligo della fatturazione elettronica (D.M. 55/2013), dopo il fisco telematico, agli operatori privati viene chiesto di occuparsi anche della contabilità pubblica. Ad Apindustria e Confimi impresa, le “semplificazioni” coercitive, però, non piacciono. Presa carta e penna, dalla direzione della confederazione, sono perciò partite una serie di considerazioni e richieste indirizzate ai vertici del Ministero dell’Economia e delle Finanze, dell’Agenzia per l’Italia digitale, dell’Agenzia delle Entrate, di Unioncamere e, per conoscenza, al Ministro delle Semplificazioni Madia. Secondo la confederazione il processo di semplificazione non può essere sempre “unidirezionalmente” rivolto e pensato solo per le esigenze di efficientamento della PA. Se le cosiddette “semplificazioni” vengono imposte per legge significa che per i contribuenti non sono “semplificazioni”.

Leggi tutto

TEMPI DI PAGAMENTO, PMI ASCOLTATE DAL GOVERNO… DEGLI STATI UNITI

Flavio Lorenzin chiede all’Italia di prendere esempio e imporre limiti dai 30 ai 60 giorni

Dagli Stati Uniti arriva un importante cambio di marcia per accelerare l’uscita dalla crisi economica: si tratta dell’iniziativa della Casa Bianca, fortemente voluta e sostenuta dal Presidente Statunitense Barack Obama ,denominata “SupplierPay”, attraverso la quale 26 grandi aziende si impegnano a pagare i fornitori in tempi rapidi e certi. A beneficiare di questo accordo saranno soprattutto le piccole e medie imprese, che potranno contare su riscossioni entro due settimane da ogni fornitura resa a multinazionali come Apple, Coca Cola, AT&T, Cvs, Ericsson, FedEx e Ibm, alcune tra le più importanti realtà che hanno sottoscritto l’impegno.

Leggi tutto

- Credito d'imposta 15% investimento macchinari e apparecchiature (25/6/2014-30/6/2015)

L'art. 19 del D.L. 91 del 24/6/20014 propone un’agevolazione per l’investimento in beni strumentali nuovi (non tutti) riconducibili alla divisione 28 dei codici ATECO 2007. I connotati dell’agevolazione ripercorrono in parte le caratteristiche della Tremonti-ter (art. 5 D.L. 78/2010) e in parte della Tremonti-bis (art. 4 e 5 della L. 383/2001) con la differenza che non si tratta di una detassazione dal reddito bensì di un credito d’imposta (fruibile in compensazione con F24) rappresentato dal 15% dell'eccedenza degli investimenti in questione rispetto alla media dei 5 anni precedenti. L'agevolazione (soprannominata anche Tremonti-quater) interessa gli investimenti di importo unitario non inferiore a 10.000 euro realizzati dal 25/6/2014 al 30/6/2015.  Il credito d'imposta va indicato nella dichiarazione deri redditi e potrà essere utilizzato in tre quote annuali di pari importo. La prima quota potrà essere fruita solo a partire dal 1° gennaio del secondo periodo d'imposta successivo a quello in cui è stato effettuato l'investimento (per gli investimenti dal 25/6/2014 al 31/12/2014, la fruizione in compensazione potra avvenire, quindi, solo a partire dal 1° gennaio 2016. 

Leggi tutto

1^ Edizione Premio CONCILIAZIONE TEMPI DI VITA E DI LAVORO 2014. Scad. 5 SETTEMBRE 2014

Promosso dal Comitato IF Imprenditoria FEMMINILE della Camera di Commercio di Vicenza all'interno della manifestazione "Omaggio al Lavoro e al Progresso economico 2014"
logo if

All’interno della 65° manifestazione «Omaggio al Lavoro e al Progresso Economico», il Comitato IF Imprenditoria FEMMINILE della Camera di Commercio di Vicenza promuove la 1° edizione del Premio CONCILIAZIONE TEMPI DI VITA E DI LAVORO  da assegnare ad una impresa femminile che si sia distinta per aver adottato al proprio interno strumenti di conciliazione dei tempi di vita e di lavoro al fine di armonizzare la gestione degli impegni lavorativi con quelli familiari.

Leggi tutto