• FATTURAZIONE ELETTRONICA DAL 2019 E SPESOMETRO TRANSFRONTALIERO PURE MENSILE

    FATTURAZIONE ELETTRONICA DAL 2019 E SPESOMETRO TRANSFRONTALIERO PURE MENSILE

    Il Fisco sogna anche la precompilazione di Iva e redditi ma nel frattempo elimina la promessa di rimborso Iva prioritario incondizionato
    Leggi tutto
  • MANOVRA 2018, APINDUSTRIA CHIEDE PIU’ CORAGGIO: «SOSTEGNO ALLE IMPRESE PER ACCELERARE LA RIPRESA»

    Apindustria Confimi Vicenza lancia un appello al Governo per dare un'accelerata alla ripresa economica attraverso interventi a favore delle imprese manifatturiere, già con la prossima manovra economica oggi in discussione.
    Leggi tutto
  • DDL BILANCIO PROMOSSO CON RISERVA DA APINDUSTRIA: «TROPPI ADEMPIMENTI E POCA LIQUIDITÀ PER LE IMPRESE»

    Apindustria Confimi Vicenza continua a seguire con attenzione i lavori sul DDL Bilancio: una manovra considerata in linea generale sostanzialmente condivisibile, in un contesto che vede una leggera ripresa ancora non consolidata. Fanno però eccezione alcune misure riguardanti semplificazioni e adempimenti, come segnalato anche lo scorso 6 novembre attraverso Confimi Industria davanti alle Commissioni Bilancio di Camera e Senato, riunite in seduta comune. «Positiva è l'iniziativa che favorisce l'ingresso dei giovani nel mondo del lavoro attraverso uno sconto triennale dei contributi previdenziali pari al 50% - premette il Presidente Flavio Lorenzin – così come apprezzabili sono la proroga della disciplina dell'iper e del super ammortamento, e la sterilizzazione delle clausole di salvaguardia dell'aumento delle aliquote Iva. Bene anche il credito d'imposta per le spese di formazione nell'ambito di Industria 4.0 e il rifinanziamento della misura Sabatini per agevolare l’accesso al credito sui beni strumentali, seppure con l'incognita delle osservazioni della Commissione UE in merito all’impatto su concorrenza e mercato».
    Tuttavia, anche in qualità di Vicepresidente Confimi con delega nazionale su fisco e semplificazioni, Lorenzin rimarca un giudizio ancora negativo nel versante semplificazioni e adempimenti fiscali, in una fase in cui appaiono inopportune le ulteriori accelerazioni che si vogliono imprimere alla trasmissione dei dati, oltre che inaccettabili le misure che mirano a sottrarre liquidità alle imprese stringendo sul diritto dei contribuenti di recuperare i propri crediti. «Non possiamo accettare l’imposizione di semplificazioni, come la fatturazione elettronica già dal 2019 – tuona Lorenzin – anziché accompagnare le imprese verso l’adesione volontaria e massiva con misure specifiche di sostegno. Inaccettabili sono quindi la crescita degli adempimenti, che arrivano in totale a 16, e la linea dura sulle sanzioni, che colpirà come un evasore non solo chi non rispetterà il nuovo formato ma anche il relativo cliente che non denuncerà l’inottemperanza». Negativa, infine, la mancata introduzione dei correttivi alla stretta sulla detrazione dell’Iva imposta dalla manovrina dello scorsa primavera: «Ci aspettiamo interventi correttivi dal Parlamento in grado di ricondurre in termini di equilibrio la questione della detrazione per le fatture di fine anno – conclude Lorenzin – altrimenti si profila il rischio concreto di infrazione comunitaria per le le violazioni al principio di neutralità, proporzionalità ed equivalenza sono già state denunciate alla Commissione Europea dalla nostra associazione e dai commercialisti».
    Vicenza , 17 novembre 2017 Leggi tutto
  • IMPRESE CRITICHE SULLA FATTURAZIONE ELETTRONICA: «APERTI ALL’INNOVAZIONE, MA NO ALLE IMPOSIZIONI»

    In vista dell’approvazione del DDL Bilancio 2018, Apindustria Confimi Vicenza rimarca il suo giudizio negativo sul versante delle semplificazioni proposte dal Governo che continuano a tradursi in nuove complicazioni per gli operatori.
    Leggi tutto

SONDAGGIO – DISAGI SPESOMETRO 2017 E FATTURAZIONE ELETTRONICA 2019 PER TUTTI, QUAL E' LA TUA OPINIONE ?

Notizia 20171024FZ02
Confimi Industria (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; tel. 06 86971894) e l'Associazione Nazionale Commercialisti – ANC (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.; tel. 06 5573484) hanno predisposto un sondaggio il cui obiettivo è:
1) raccogliere informazioni dagli operatori sui disagi e sui costi sostenuti in occasione della prima scadenza della comunicazione dati fatture (nuovo spesometro 2017);
2) conoscere l'opinione degli stessi in merito al nuovo obbligo di fatturazione elettronica generalizzato dal 2019 nonché di spesometro "trasfrontaliero" mensile, che il Governo si appresta ad introdurre con la prossima legge di Bilancio.    COMPILA il SONDAGGIO  

Leggi tutto

Fiscale

Denuncia alla Commissione Europea

Denunciata a Bruxelles la violazione del principio di neutralità Iva

Che il ruolo fondamentale delle imprese manifatturiere non sia apprezzato dall’Amministrazione finanziaria non è una sorpresa.

Leggi tutto

Galleria Crispi, 45 - 36100 Vicenza (VI) - Tel. 0444 232210 - Fax 0444 960835 - E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - C.F.80014910246