FATTURA ELETTRONICA: INVIO ASINCRONO E DETRAZIONE IVA

Notizia 20180516FZ01
Il coordinamento con il DPR 100/98 è imprescindibile per il rispetto del principio di neutralità
Alleghiamo nota congiunta Confimi Industria e ANC del 16/05/2018 (vedi in calce) in cui le due associazioni (in continuità con le ampie argomentazioni già diffuse con precedente nota del 27/03/2018 – vedi Apiweekly 201803N4), analizzando la “provvidenziale” triplice “asincronia” delineata dal provvedimento attuativo sulla fatturazione elettronica (FE), arrivano a concludere che anche con la FE non solo rimane possibile ma (vi è di più) diventa imprescindibile il riconoscimento che le nuove regole sulla detrazione (C.M.1/E/2018) sono invece sincrone a quelle del (mai abrogato) DPR 100/98. Legge del contrappasso? No, semplicemente rispetto del principio di neutralità che diversamente risulterebbe violato proprio dalle nuove regole giacché una fattura emessa, pagata e immediatamente trasmessa dal fornitore al SdI potrebbe venire recapitata dal SdI stesso nel mese successivo (entro i 5 gg). Il DPR 100 consente di detrarre l’Iva purché la fattura risulti posseduta dal cessionario entro il giorno 16 di scadenza della liquidazione. Se così non fosse la nuova disciplina recentemente autorizzata dalla UE potrebbe formare a nostro giudizio oggetto di censura per violazione del principio di neutralità a causa della suddetta “asincronia” che non dipende dall’operato delle parti ma dello SdI (si veda l’esempio 4 della nota). Ai fini della detrazione con la FE, in sostanza, vi sarà la certezza della data di ricezione ma ciò non dovrà compromettere il fatto che l’Iva della fattura ricevuta entro il 16 (purché datata il mese precedente) non sia comunque “buona” per la detrazione immediata. Questa la tesi già sostenuta da ANC e Confimi Industria nella precedente nota congiunta del 27/03/2018 e (ri)confermata nel nuovo documento congiunto del 15/5/2018 a firma del nostro Presidente provinciale nonché Vicepresidente nazionale Confimi Industria Flavio Lorenzin e del Presidente nazionale dell’Associazione Nazionale Commercialisti Marco Cuchel. La questione sulla data di ricezione e della detrazione, com’è noto, ha diviso, divide e continuerà a dividere le opinioni (anche in dottrina). L’auspicio è che l’AdE nella prossima circolare sulla FE risolva inequivocabilmente e definitivamente (anche alla luce dell’ultimo tassello) la questione nel senso prospettato. A tal riguardo possiamo solo rassicurare che le argomentazioni di Confimi e ANC sono già state adeguatamente poste all’attenzione degli organi competenti. Segnaliamo infine che il prossimo venerdì 18 maggio si terrà un nuovo incontro (a cui parteciperemo) presso il Forum nazionale sulla Fe presso l’Agenzia delle Entrate a Roma.
Dopo tale incontro ci si augura di avere anche maggiori dettagli, fra le altre, su eventuali proroghe o convivenza di doppi binari per quanto riguarda le novità in materia di carburanti (abrogazione scheda carburante e obbligo FE) ai nastri di partenza dal prossimo 1° luglio.

L’Ufficio fiscale di Apindustria Confimi Vicenza rimane a disposizione per i chiarimenti del caso (Tel. 0444 232210 E-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.).

Allegato
Nota congiunta Confimi Industria e ANC del 15/05/2018 (clicca qui)
Argomenti correlati (www.apindustria.vi.it > Servizi > Fiscale > In Evidenza)
Raccolta approfondimenti in materia di novità FE e carburanti (clicca qui)

Stampa Email

Galleria Crispi, 45 - 36100 Vicenza (VI) - Tel. 0444 232210 - Fax 0444 960835 - E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - C.F.80014910246