• Home
  • Comunicati Stampa
  • Decreto crescita | Confimi e ANC: "Esterometro di maggio, serve un provvedimento d'urgenza"

Decreto crescita | Confimi e ANC: "Esterometro di maggio, serve un provvedimento d'urgenza"

Alleghiamo nota congiunta Confimi industria e ANC con posizioni espresse da Flavio Lorenzin (vice presidente Confimi) e da Marco Cuchel (presidente ANC) in merito all’esigenza di un provvedimento d’urgenza che proroghi la scadenza dell’esterometro di aprile diversamente in scadenza a fine maggio; dal progetto di legge semplificazioni fiscali (il cui iter dovrebbe concludersi a metà mese) è stata infatti ritirato l’emendamento della stessa relatrice (Ruocco) che prevedeva una scadenza (quantomeno) trimestrale del nuovo adempimento. Senza un intervento suppletivo gli operatori dovranno misurarsi con ben 12 nuovi adempimenti (uno al mese) che, per le criticità operative correlate, sono francamente troppi. Plauso invece  alla norma del decreto crescita che ha introdotto, per quest’anno, la moratoria dalle sanzioni per la mancata indicazione in nota integrativa dei contributi ricevuti. Le sanzioni per la violazione degli obblighi di trasparenza di cui alla L. 140/2017 partiranno infatti solo per le violazioni commesse dal 2020. L’auspicio è che i ministeri competenti forniscano nel frattempo i necessari chiarimenti.

Comunicato Stampa - Decreto crescita | Confimi e ANC: "Esterometro di maggio, serve un provvedimento d'urgenza"

Stampa Email

Galleria Crispi, 45 - 36100 Vicenza (VI) - Tel. 0444 232210 - Fax 0444 960835 - E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - C.F.80014910246