- L'I.M.U. sperimentale 2012 e 2013

L'art. 13 del D.L. 201/2011 ha anticipato l'entrata in vigore dell'IMU al 2012. La nuova imposta sostituisce l'ICI ed è destinata in parte allo Stato ed in parte ai comuni. Fra le principali novità si segnala:
-  l'aumento generalizzato dei moltiplicatori per il calcolo della base imponibile;
-  il ritordo dell'imposizione anche su abitazione principale e pertinenze;
-  le modalità di pagamento (solo F24 per gli acconti del 18/6/2012 e del 17/09/2012; nuovi codici tributi con sdoppiamento del calcolo fra quota statale e quota comunale; per gli acconti di dovrà fare riferimento esclusivamente alle aliquote e detrazione base mentre a dicembre il saldo a conguaglio avverrà tenendo conto delle novità che lo Stato potrà introdurre fino al 10/12/2012 nonché delle aliquote e detrazioni definitive approvate deliberate dai Comuni entro settembre 2012).  

Approfondimenti 
- Inserto notiziario Apindustria n. 5/2012 (da pag. 16 a 26) - clicca qui
- Circolare 3DPF del 18/5/2012  - clicca qui 
- Slides DPF - clicca qui
- Comunicato stampa MEF 28/9/2012 che annuncia la proroga della dichiarazione IMU per il 2012 - clicca qui
- Modello dichiarazione IMU approvato con D.M. 30/10/2012:  modello (clicca qui);  istruzioni (clicca qui

Scadenza dichiarazione IMU

La dichiarazione (ove previsto l'obbligo) va presentata entro 90 giorni dalla data in cui il possesso ha avuto inizio o sono intervenute variazioni rilevanti ai fini della determinazione dell’imposta” (art. 13, co.12-ter, D.L. 201/2011).
In sede di prima applicazione, le variazioni del 2012 vanno dichiarate entro il 30/11/2012, ferma restando la regola dei 90 giorni per quelle che scadono successivamente (ad esempio variazione del 31/10/2012 da dichiarare entro il 29/1/2013).