Nasce "Bullismo no grazie"

L’associazione ha l’obiettivo di prevenire e combattere il bullismo, il cyberbullismo e la violenza in qualsiasi forma si presenti, con progetti di informazione e sensibilizzazione rivolti sia ai giovanissimi, sia ai loro genitori. Promotore dell'iniziativa Massimiliano Destefanis, Presidente della categoria digitale di Apindustria Confimi Vicenza.

“Bullismo no grazie” è una frase perentoria e definitiva, nata da un’idea dell'attore/scrittore Fabio De Nunzio dopo l’incontro con l’imprenditore del settore digitale Massimiliano Destefanis. Insieme hanno fondato un’Associazione, denominata appunto “Bullismo No Grazie”, con sede a Padova ma con l’obiettivo di essere fin da subito attiva su tutto il territorio regionale e non solo.
Il bullismo e il cyberbullismo costituiscono ormai un problema sociale che coinvolge migliaia di adolescenti e i loro genitori: sono all’ordine del giorno notizie di violenze, di aggressioni e anche di suicidi di giovanissimi. L’Associazione nasce appunto per dare un contributo concreto ad arginare questo fenomeno, informando e portando alla luce del sole il tema nelle sue varie sfaccettature, con una particolare attenzione per gli abusi online: bullismo quindi, ma anche cyberbullismo, cybershaming, revenge porn, promuovendo la cultura contro ogni discriminazione e aiutando a prevenire qualsiasi forma di violenza.
Presidente di “Bullismo No Grazie” è Fabio De Nunzio
, conosciuto al grande pubblico televisivo per i 18 anni come inviato della trasmissione televisiva di Canale 5 "Striscia la notizia" con il nome d'arte de "Il Buon Fabio", protagonista di oltre 1.000 puntate e di 10 conduzioni di "Striscia la Domenica", due anni come inviato della trasmissione “Il Caffè” di Rai 1 e autore con lo scrittore Vittorio Graziosi del libro “Sotto il segno della bilancia news”, in cui scrive delle proprie esperienze con il bullismo: «Sono molto orgoglioso di contribuire alla nascita di “Bullismo No Grazie” - spiega Fabio De Nunzio - concretizzando e proseguendo un percorso che ho già intrapreso negli anni passati per la lotta contro le discriminazioni, la prevenzione del bullismo e l’ascolto delle persone coinvolte. Un percorso che, grazie anche al team di amici coinvolti nell’iniziativa, ci porterà nella lotta al bullismo ad essere uno dei punti di riferimento a livello nazionale, concentrando gli sforzi di tutti coloro che possono contribuire con il proprio talento e le proprie energie, per sensibilizzare i giovani, i loro genitori e tutti gli adulti che possono venire a contatto con questi problemi».
Insieme a Massimiliano Destefanis e Fabio De Nunzio fanno parte del direttivo dell’Associazione diversi professionisti: lo scrittore Vittorio Graziosi, l'hacker etico Maurizio Siracusa, l'avvocato Letizia Maria Ferraris, la web designer Valeria Milani, il commercialista Luca Cerin, la psicologa Marina Turaccio e l'uomo del marketing Massimo Perversi, ognuno con le proprie competenze che saranno messe a disposizione dell’Associazione.
Le parole chiave saranno prevenzione, attraverso la cultura del rispetto per l'altro, l'empatia, la mutua responsabilità, e informazione, predisponendo percorsi, destinati ai giovani e ai genitori, finalizzati a prendere coscienza del livello di pericolosità delle violenze subite e agite.Nell’ottica della formazione e informazione è prevista l’organizzazione di webinar su temi di natura psicologica e legale, con la presenza di esperti che forniranno indicazioni in merito alla prevenzione e al sostegno, e di tour sul territorio nazionale, nelle scuole di ogni ordine e grado, per diffondere la cultura di prevenzione del fenomeno sia presso gli studenti che presso i genitori, stimolando anche la condivisione delle esperienze vissute dai giovanissimi. “Bullismo no grazie” ha anche l’obiettivo di aggregare in rete chiunque voglia promuovere iniziative per contrastare il bullismo e il cyberbullismo e si propone come punto di snodo e di collegamento anche con altre realtà a cui è possibile rivolgersi per segnalare abusi o ricevere ascolto.
Sul fare rete, un appello particolare riguarda gli imprenditori attivi nel mondo digital, come spiega Massimiliano De Stefanis, che è anche presidente di Apindustria Confimi Digitale di Vicenza: «Cercherò la collaborazione ed il coinvolgimento di altri imprenditori e realtà importanti del settore digitale perché l’incontro con Fabio (De Nunzio, ndr.) mi ha convinto che fosse il momento giusto per fare qualcosa in prima persona per quella che rappresenta oggi una vera e propria una piaga sociale».
L’Associazione ha creato anche un portale, www.bullismonograzie.it , dove è possibile reperire una serie di risorse di tipo informativo, anche per spiegare ai genitori in parole semplici gli strumenti e le piattaforme digitali utilizzati dai figli e i relativi rischi; i riferimenti ai quali rivolgersi per un aiuto; e le iniziative di volta in volta in programma.

Categoria Digitale

  • Creato il .
  • Ultimo aggiornamento il .
© Apindustria Confimi Vicenza. Tutti i diritti sono riservati.