- Leasing - FAQ SW - 2 - Leasing con canoni indicizzati

Pagina 4 di 7: 2 - Leasing con canoni indicizzati


Quesito 2 - Leasing con canoni indicizzati

D. Nel sw "Gestione contabile dei contratti di leasing" alla cella Py del foglio dati contabili ( +/- rettifiche che influenzano il calcolo dei ratei e risconti) vanno indicati anche i conguagli da indicizzazione del contratto? Se si, perché vengono riscontati assieme ai canoni contabilizzati riportati alla cella O1 ?
R. Nella note di cella di colonna O1 (sezione 1 – dati contabili) viene precisato che sono escluse (cioè non vanno indicate) le eventuali spese di competenza dell’esercizio (bolli, indicizzazioni, eccetera) non considerate nel calcolo del “montecanoni iniziale” (E) o nella colonna Py (sezione 1).
Ciò significa che ci sono due metodi per gestire, con il sw, le note di variazione per conguagli di indicizzazione emesse dalla società di leasing.

1° metodo (senza coinvolgere O1)
Nella colonna O1 (canoni e spese contabilizzate) della sezione 1 (dati rilevanti ai fini contabili - calcolo ratei/risconti) non andranno considerate le fatture relative ai conguagli per indicizzazione emesse dalla società di leasing, in modo che il calcolo del rateo/risconto di fine anno continui ad essere effettuato sui dati relativi ai canoni originari indicati nella sezione "dati contratto".
Sarà sufficiente considerare questi addebiti/accrediti esclusivamente nelle celle di colonna P2 (elementi di competenza non compresi nel monte canoni iniziale) di sezione 2 (dati rilevanti ai fini imposte dirette) ed in colonna Z2 (indicizzazione imputata a conto economico) di sezione 3 (dati rilevanti ai fini Irap). Si precisa che in P2 e Z2 andrà indicato l’importo delle indicizzazioni di competenza dell'esercizio (compreso quindi l’importo di eventuali ratei od escluso quello di eventuali risconti riferiti ai conguagli, da non considerare nella gestione del sw ma solamente in  co.ge.). Per completezza, si noti che, in Z2 di sezione 3 (dati rilevanti ai fini Irap), l’importo va indicato (come da istruzioni ministeriali) al netto dell’Iva, nel caso di leasing con Iva indetraibile.

 2° metodo (coinvolgendo O1)
Indicando in O1 (canoni e spese contabilizzate) della sezione 1 anche i conguagli per indicizzazione di competenza, si rende necessario indicare anche in Py di sezione 1 l’importo di tali conguagli. Così facendo, l’importo contabilizzato (O), che tiene conto dei conguagli, verrà confrontato con il costo di competenza P1 che pure tiene conto dei conguagli indicati in Py. Dalla differenza delle due grandezze emerge il risconto/rateo (Q) riferito agli elementi originari del contratto. Utilizzando questo metodo, nulla andrà indicato in P2. Per quanto riguarda Z2, invece, il dato andrà normalmente indicato.
Si precisa che in O1, Py, P2 e Z2 andrà indicato l’importo delle indicizzazioni di competenza (compreso quindi l’importo di eventuali ratei od escluso quello di eventuali risconti riferiti ai conguagli, da non considerare nella gestione del sw ma solamente in co.ge.). Per completezza, si noti che, in Z2 di sezione 3 (dati rilevanti ai fini Irap), l’importo va indicato (come da istruzioni ministeriali) al netto dell’Iva, nel caso di leasing con Iva indetraibile.

 
3 - Leasing con canoni variabili
Pagina
  • Creato il .
  • Ultimo aggiornamento il .
© Apindustria Confimi Vicenza. Galleria Crispi, 45 - 36100 Vicenza - C.F. 80014910246 - Trasparenza L.124/2017 - Privacy
Save
Cookies user preferences
We use cookies to ensure you to get the best experience on our website. If you decline the use of cookies, this website may not function as expected.
Accept all
Decline all
Read more
Analytics
Tools used to analyze the data to measure the effectiveness of a website and to understand how it works.
Google Analytics
Accept
Decline